scegliere-finestre_
Casa

Serramenti : Come scegliere la finestra giusta

La scelta dei serramenti non è sicuramente semplice, e spesso una persona non esperta può trovarsi in difficoltà quando è giunto il momento di scegliere una finestra. Che tipologia acquistare, quali materiali preferire? Non sempre si è in grado di rispondere a questa domanda.

Rivolgersi ad un esperto è un primo passo, ma come orientarsi in modo autonomo nella scelta – anche generale – della migliore finestra? Vediamo qualche punto da prendere in considerazione per l’acquisto dei serramenti migliori.

I materiali scelti

Come ci spiegano responsabili di Allart Center, rivenditore per Roma e provincia di prodotti di alta gamma come quelli Finistral, nella scelta della finestra non si può non considerare i materiali della finestra. Non si tratta solo di una scelta di design o estetica, ma anche funzionale. Certo, l’estetica è di fondamentale importanza ed il materiale della finestra deve sposarsi bene con lo stile dell’ambiente, della casa e dell’arredo, ma bisogna tenere conto del fatto che la scelta del materiale impatta anche sul conseguente isolamento termico, che è fondamentale per il comfort casalingo ed il benessere di chi ci vive.
Dal punto di vista dell’isolamento termico, il miglior materiale in assoluto è il legno; l’alluminio invece è quello meno performante, anche se è possibile renderlo più isolante grazie ad interventi tecnici ad hoc.
Un’alternativa rispetto al legno quindi può essere l’alluminio, che qualche decina d’anni fa andava molto di moda. Come abbiamo accennato, l’alluminio ha bassi valori di isolamento, e quindi bisogna intervenire con infissi a taglio termico che possano integrare questa lacuna.

Come abbiamo accennato, la scelta migliore per chi voglia ottenere un isolamento naturale e perfetto è quella del serramento in legno. Il legno conserva un suo fascino nel tempo ed è estremamente variabile, non a caso si può scegliere fra materiali come rovere, pino, castagno ed abete, belli da vedere e resistenti nel tempo. Sul legno vanno applicate delle vernici naturali e sostanze antiparassitarie; le vernici all’acqua sono molto in voga negli ultimi anni.

Oltre ai serramenti in alluminio e legno, ci sono anche quelli in Pvc. Il Pvc è un materiale molto resistente anche in condizioni stressanti (pensiamo ad una casa al mare, con la salsedine, o in montagna, al gelo). Quindi è un materiale versatile che non teme il freddo. Vi consigliamo sempre di optare per prodotti riciclabili al 100% e senza piombo, per motivi di sicurezza. Il Pvc ha un ottimo isolamento acustico.

Scegliere il vetro

Scelto il materiale per gli infissi, bisogna optare per il vetro migliore. Non ne esiste un tipo solo ma diverse qualità, come il vetrocamera, riempito di gas a potere isolante, i vetri assorbenti, eccellenti per le zone calde perché rilasciano il calore all’estero, i vetri basso-emissivi, che rimandando indietro le radiazioni ultraviolette e che trattengono il calore dentro l’edificio (fino al 90% del calore viene trattenuto, sono eccellenti per il risparmio energetico).

I vetri possono anche essere insonorizzati e connotati da una pellicola che impedisca la dispersione di pezzi taglienti in caso di rottura. I vetri riflettenti invece sono connotati da una pellicola che respinge all’esterno il calore.
Quindi è chiaro che anche il vetro va scelto con attenzione tenendo conto del luogo dove ci si trova, del clima, delle esigenze di risparmio energetico e via dicendo.

Apertura della finestra

Esistono diverse modalità di aperture per la finestra. Non solo quella classica a battente, che è quella più diffusa e consente di areare bene l’ambiente, ma anche l’anta a ribalta (accoppiabile in alcuni casi con l’apertura a battente), l’apertura a libro, ideale per le finestre molto grandi, e quelle scorrevoli.

Articoli correlati