Benessere

Stanchezza? Recuperiamo energia con alimentazione e buone abitudini

Sentirsi stanchi e affaticati, a chi non è capitato? La stanchezza può comparire specialmente se stiamo attraversando un periodo di maggiore stress psicofisico. Non dobbiamo preoccuparci, ma diamo ascolto ai segnali che il nostro organismo ci invia. Con alimenti ricchi di zinco e altri preziosi nutrienti sarà possibile recuperare energia e vitalità. Scopriamo di più.

Perché può capitare di sentirsi stanchi?

Quando ci sentiamo stanchi e spossati, risulta faticoso svolgere attività anche poco impegnative e abbiamo la sensazione di non avere energie a sufficienza per affrontare la giornata. Se ci sentiamo stanchi e spossati, significa che stiamo sperimentando un calo energetico, cioè uno squilibrio tra l’aumentata richiesta di energia da parte del nostro organismo e la riserva di energia a disposizione.

I motivi che possono portare ad avvertire stanchezza sono di varia origine. Negli episodi più comuni, stanchezza e affaticamento sono riconducibili ad alcune cause, vediamo quali:

  • Periodi di grande stress per motivi di lavoro, studio, questioni personali.
  • Abitudini di vita non regolari: fumo, alcol, alimentazione inadeguata, poche ore di sonno.
  • Allenamenti sportivi intensi: svolgere attività fisica molto intensa o prolungata può esaurire la nostra energia, rendendoci spossati anche per più giorni. 
  • Cambio stagionale: la stanchezza si manifesta soprattutto a causa dell’aumento o diminuzione delle ore di luce, e dell’abbassarsi o innalzarsi delle temperature, del cambio dell’ora. Infatti, il nostro organismo ha bisogno di tempo per adattarsi ai nuovi ritmi.
  • Periodi di convalescenza: in seguito a periodi di malattia, il nostro organismo si ritrova spesso privo di energia e di forza: è normale avvertire debolezza e affaticamento anche per più giorni.

Stanchezza? Potremmo avere bisogno di zinco

In una condizione di generale calo energetico, potrebbero manifestarsi questi sintomi:

  • Ridotta forza muscolare e crampi;
  • Diminuita capacità di recupero;
  • Mancanza di concentrazione e di attenzione;
  • Vuoti di memoria e mal di testa;
  • Svogliatezza e umore altalenante.

In queste condizioni potrebbe esserci d’aiuto lo zinco (assieme ad altre preziose sostanze). Si tratta di un microelemento, cioè un minerale presente nell’organismo in minime quantità. Questo sale minerale contribuisce a diverse, importanti funzioni nel nostro organismo. Ad esempio, contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

Lo zinco è presente nel corpo umano e si concentra nei muscoli, nelle ossa, nella prostata, nell’occhio e nella pelle. Lo zinco può essere accumulato nelle ossa e nella milza. Una piccola parte dello zinco presente nel nostro organismo viene smaltita ogni giorno, soprattutto attraverso l’intestino e, in misura minima, attraverso urina e sudore. Quali sono le fonti alimentari di zinco? Ecco le principali:

  • Frutta secca come noci pecananacardiarachidi, mandorle;
  • Semi di girasole e di zucca;
  • Carne come ad esempio manzo, agnellotacchino, fegato;
  • Diversi formaggi come grana, fontina, pecorino;
  • Frutti di mare, soprattutto ostriche;
  • Molluschi, specie il polpo;
  • Aringhe;
  • Latte, in quantità modeste;
  • Cacao e cioccolato fondente.
  • Frutta e tuberi in quantità minime.

Contrastiamo la stanchezza con alcune buone abitudini

Dopo aver conosciuto lo zinco e le sue proprietà, vediamo come recuperare energia. Come vedremo, sarà sufficiente seguire alcune, semplice pratiche quotidiane. Vediamo di cosa si tratta:

  • Seguire una dieta completa, varia ed equilibrata. Tutti i nutrienti di cui il nostro organismo necessita forniranno la giusta energia per affrontare al meglio le nostre giornate. Vitamine, minerali, proteine, carboidrati e anche grassi: la nostra alimentazione dovrà comprendere tutti i gruppi alimentari. Inoltre, beviamo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, per mantenerci idratati.
  • Svolgere una regolare e moderata attività fisica. Fare regolare movimento farà bene all’umore e alla salute del nostro organismo, risvegliandolo e rinnovando l’energia.
  • Rallentare i ritmi. Suddividere gli impegni, porsi obiettivi raggiungibili, ridurre le fonti di stress aiuterà a concentrarci su studio e lavoro e ci consentirà di impiegare meglio le nostre energie.
  • Dormire a sufficienza. Il riposo notturno è fondamentale per affrontare la giornata nel migliore dei modi. Cerchiamo di dormire almeno 7- 8 ore per notte e di coricarci e alzarci più o meno sempre alla stessa ora.
  • Assumere un integratore alimentare in associazione a una dieta equilibrata. Quando l’alimentazione ha bisogno di un sostegno in più, possiamo scegliere un prodotto con una formulazione equilibrata di vitamine, sali minerali e altri nutrienti, per fornire un valido sostegno all’organismo in tutti i casi di stress psicofisico e promuovere la normale funzione del sistema immunitario grazie a zinco e selenio. Inoltre, è possibile compensare il dispendio energetico ed equilibrare i sali minerali persi con abbondanti sudorazioni. Come? Scegliamo un prodotto che abbia una composizione a base di minerali, vitamine e altri nutrienti, per favorire la normale funzione muscolare e il mantenimento dell’equilibrio idrosalino.