tenero_800x440
Benessere

Tè nero: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

Il tè nero è il più noto, il più amato e il più utilizzato tra gli infusi da sempre in commercio. Nello specifico, il tè nero è composto dalle foglie provenienti dalla Camellia Sinensis (nota anche come Thea Sinensis). Quest’ultima è la stessa pianta del tè verde, il quale differisce da quello nero solamente per il processo di lavorazione delle sue foglie. Quelle del tè nero, infatti, dopo esser state raccolte e avviate al processo di macerazione, sono poste a essiccare. Esse, infatti, sono arrotolate e poi tritate: quest’ultimo processo fa sì che avvenga la liberazione di polifenoli ed enzimi vari. In seguito, il trito passa alla fase di fermentazione ad altissime temperature, per un tempo brevissimo, per poi procedere a un’ultima essiccazione.

Da secoli gli uomini sanno che il tè nero possiede infinite proprietà, sia terapeutiche sia utili alla perdita di peso. Vediamo nello specifico quali sono. Innanzitutto, il tè nero può essere assunto anche due o tre volte al giorno, esso contribuisce a mantenere un’ottima salute dell’organismo. Il tè nero, in alcune culture come quelle britanniche, spesso si alterna il consumo dell’acqua anche durante i pasti principali. Questo insieme di passaggi fa sì che il tè, una volta infuso, acquisiti un sapore particolarmente intenso e possegga un alto tasso di caffeina al suo interno.

Tè nero: proprietà e benefici per la salute

Il consumo regolare di tè nero fa bene soprattutto ai denti e alle ossa, i suoi elementi favoriscono anche un’eccellente dilatazione dei grossi vasi sanguigni andando a incidere positivamente sulla salute del nostro cuore. Un altro elemento contenuto nel tè nero è la teobromina, essa si costituisce come un cardiotonico naturale che possiede anche proprietà diuretiche. Infine, la presenza nel tè nero di teofillina, aiuta non solo a combattere malattie quali asma e bronchite ma, fungendo da broncodilatatore, favorisce anche l’azione dei muscoli dei polmoni e di quelli diaframmatici.

Il tè nero possiede molte proprietà benefiche naturali, i suoi tannini e polifenoli sono utilissimi per bloccare attacchi improvvisi di diarrea. Nello specifico, i polifenoli svolgono la funzione di antiossidanti, combattendo l’invecchiamento e prevendendo tutte le malattie a carico del sistema cardiovascolare. Il tè nero, inoltre, possiede numerose proprietà antiossidanti, grazie alla presenza al suo interno di flavonoidi i quali combattono l’ossidazione del colesterolo cattivo, a sua volta causa della formazione di placche sulle pareti delle arterie sanguigne. I flavonoidi, inoltre, migliorano anche la parte più interna delle cellule (endotelio).

Altre proprietà del tè nero sono quelle che favoriscono la densità dei minerali all’interno delle ossa, pertanto il suo infuso è utilissimo per le donne in menopausa le quali vanno incontro ad artrosi e artrite.

Recenti ricerche, inoltre, hanno riscontrato che il consumo di tè nero sia in grado di rallentare anche il progredire della malattia del morbo di Alzheimer, combattendo il raffreddore e aumentando le difese immunitarie dell’organismo.

Studi recenti, inoltre, affermano che non è solo il tè verde ad avere proprietà diuretiche, ma anche il tè nero. Quest’ultimo, infatti, limiterebbe sia l’aumento di peso, che delle masse di tessuto adiposo, favorendo la riduzione dei grassi contenuti nel fegato. I benefici del tè nero raggiungono anche il campo della cosmesi poiché esso contrasta tutti i danni creati dall’esposizione ai raggi ultravioletti e previene la formazione del melanoma.

Gli utilizzi del tè nero

Il tè nero, oltre ad essere utilizzato in infusi, possiede molti altri utilizzi. Nelle culture anglosassoni, ma da qualche tempo anche in quelle nord europee, esso viene utilizzato per realizzare dolciumi quali torte e semifreddi, caratteristici per il profumo del tè nero che accompagna i pasti. Oltre che in questo modo, una volta bevuto il vostro tè nero, le bustine non necessariamente vanno gettate. Esse, infatti, possono essere riposte in frigo per tre o quattro ore e poi poggiate sugli occhi per eliminare le occhiaie, borse sotto gli occhi e prevenire la comparsa delle cosiddette rughe di espressione.

Anche nel caso di scottature solari importanti, esse sono ottime per idratare e raffreddare la parte colpita, così come in caso di rossori, piccoli tagli dovuti alla rasatura, i quali andranno a cicatrizzarsi molto più velocemente.

Infine, un infuso di tè nero, è anche utile come collutorio naturale dalle proprietà purificanti e rinfrescanti. Laddove voleste realizzare un perfetto tonico per il viso, basta fare una miscela con due cucchiai di tè nero e qualche goccia di limone biologico: la soluzione, per natura dalle proprietà antiossidanti, può essere utilizzata sia al mattino che alla sera, picchiettando sul viso con un batuffolo di cotone.

Le controindicazioni all’assunzione di tè nero

Come ciascuna sostanza presente in natura, anche il tè nero ha le proprie controindicazioni. Esse, seppur poche, vanno prese in considerazione. Dati gli altissimi livelli di caffeina presenti nel tè nero, ne è severamente sconsigliato il suo utilizzo da parte di chi soffre d’insonnia o da parte di persone affetta da patologie d’ipertensione.

Essendo il tè nero, uno stimolante, esso può essere assunto a prima colazione o nel pomeriggio, ma meglio non consumarlo prima di mettersi a letto. Oltre all’elevato contenuto di caffeina, bisogna tener presente che il tè nero rallenta drasticamente il processo di assorbimento del ferro da parte dell’organismo. Pertanto, gli individui che soffrono di anemia, quelli che conducono una dieta di tipo vegana o vegetariana, dovrebbero limitarsi a consumare il tè nero lontano dai pasti principali.

Il tè nero, inoltre, come in precedenza accennato, migliora la contrazione delle arterie e la loro espansione, impedendo la formazione e lo scoppio di coaguli e infiammazioni vari. Questa pianta, pressappoco miracolosa, aiuta anche a combattere i vizi del fumo e le cattive abitudini alimentari che portano a uno stato di obesità. Essendo, inoltre, una bevanda molto povera in calorie, è l’ideale per chi desidera dimagrire. Molto apprezzato anche dagli studenti, il tè nero promette di migliorare la propria concentrazione andando a stimolare costantemente il cervello poiché contiene un tasso di teina più altro rispetto alle altre varietà di tè.