integratori-cla-acido-linoleico
Benessere

Integratori di acido linoleico, come e perché assumerli

L’acido linoleico coniugato, conosciuto anche semplicemente come CLA, è una forma di acido omega-6: si tratta, in parole povere, di un antiossidante caratterizzato per essere assimilato dai fosfolipidi nelle membrane cellulari. E’ una sostanza che solitamente si trova nei prodotti caseari e nelle carni, prevalentemente bovine. Il CLA viene assunto, sotto forma di integratore, da quei soggetti che devono curare un cancro, oppure mantenere un determinato peso corporeo: l’acido linoleico coniugato, infatti, aiuta a favorire il passaggio del grasso che solitamente è accumulato dal corpo come riserva energetica, e in più garantisce una migliore consistenza della massa muscolare.

Gli integratori a base di CLA – fonte: https://www.integratoreacidolinoleico.it/ tornano utili in diverse occasioni: ad esempio, svolgono un ruolo determinante nel contrasto dell’aterosclerosi, ovvero quando i depositi di grasso si accumulano nelle pareti delle arterie in maniera tale da costituire un intralcio alla circolazione sanguigna. Di conseguenza, le arterie che non permettono il corretto flusso di sangue favoriscono l’insorgenza di infarti o ictus.

Per la cura di questi problemi dell’apparato cardiovascolare, così come per quei soggetti che soffrono di problemi respiratori a causa dell’asma, gli integratori di CLA si sono rivelati un valido aiuto. Inoltre, sebbene non ci sia un parere unanime da parte della comunità scientifica, è comunque opinione comune che il CLA si caratterizzi come un aiuto nella riduzione del peso corporeo: in ogni caso, esso certamente possiede delle proprietà che permettono di bruciare grassi, utili soprattutto durante il riposo notturno.

Il dosaggio degli integratori di CLA varia a seconda dello scopo che si desidera ottenere. Per aiutare nella perdita di peso, ad esempio, ad un soggetto adulto viene suggerita un’assunzione variabile tra 3,2 e 4,2 grammi al giorno. Normalmente, invece, la dose suggerita si attesta intorno a 1,8 grammi al giorno, senza oltrepassare il limite dei sei giorni consecutivi. Sono ancora in corso studi scientifici riguardo ad effetti collaterali, così come ai dosaggi più appropriati e alle modalità di assunzione, pertanto normalmente se ne sconsiglia l’assunzione da parte dei bambini.

Ad ogni modo, viene sempre raccomandato di assumerli dopo i pasti, di mantenere dove possibile il corpo in forma mediante un adeguato esercizio fisico  e, soprattutto, di non decidere autonomamente i dosaggi e i tempi di impiego ma di affidarsi ad uno specialista.

INTEGRATORI DI ACIDO LINOLEICO, GLI EFFETTI INDESIDERATI

Come in molti trattamenti di recente introduzione, la scienza non è ancora unanime riguardo agli effetti collaterali degli integratori di CLA. Nei casi più frequenti, è stata registrata l’insorgenza di alcuni disturbi quali bruciori di stomaco, un senso generale di spossatezza e una maggiore resistenza rispetto all’insulina. Pertanto, i soggetti affetti da diabete dovrebbero prestare molta attenzione all’assunzione del CLA, in quanto potrebbe favorire l’incremento degli zuccheri presenti nel sangue. In caso di problemi di stomaco, invece, viene suggerito di suddividerne l’assunzione quotidiana in un certo numero di dosi, con l’intento di ridurre l’affaticamento dello stomaco.

L’utilizzo di integratori a base di CLA è solitamente sconsigliato alle donne in gravidanza e durante l’allattamento, come del resto vale per molte medicine di una certa importanza. Inoltre, sono state osservate reazioni allergiche che si manifestano con prurito, orticaria, problemi di respirazione o deglutizione, e un senso di gonfiore per viso, lingua e bocca. Ad ogni modo, qualora si verifichi l’insorgenza di un qualsiasi effetto non previsto, è fondamentale interrompere l’assunzione degli integratori e, nel caso la situazione non migliori, rivolgersi ad un

Articoli correlati