Prodotti

Qual è la differenza tra un sigillo certificato e uno no?

Sigilli di sicurezza certificati ISO

I sigilli di sicurezza sono strumenti utilizzati per sigillare articoli di varia natura, in modo da prevenire e tracciare prove di manomissione con diversi livelli di sicurezza.

Con il termine ISO ci si riferisce all’organizzazione internazionale per la normazione. Si tratta di un’organizzazione indipendente a cui aderiscono ben 164 enti nazionali. Si occupa di fornire degli standard di qualità richiesti a prodotti, ma anche ad aziende, per godere della certificazione.

I prodotti che ottengono tale riconoscimento, come ci ha spiegato Sigiltech, azienda italiana che si occupa di vendere sigilli certificati. Questi sigilli sono ritenuti i migliori disponibili sul mercato. Ognuno ovviamente con riferimento alle caratteristiche proprie. Nel caso dei sigilli di sicurezza, ad esempio la certificazione ISO garantisce al sigillo la peculiarità di massima sicurezza. Ciò a dire che la sua manomissione o rimozione è pressoché impossibile.

Le certificazioni ISO sono sempre aggiornate con nuove specifiche innovative che seguono le nuove tecnologie e procedure e hanno una scadenza. Questo fa si che le aziende produttrici per ottenere il rinnovo della certificazione siano sempre aggiornate ed in linea con le normative, producendo prodotti altamente performanti e sicuri.

Nata per i sigilli di sicurezza di container marittimi, la normativa è stata ampliata per cui i sigilli di alta sicurezza sono oggi utilizzati anche per altri tipi di spedizioni.

Classificazione dei sigilli di sicurezza

I sigilli di alta sicurezza sono contrassegnati con «H» sul corpo del sigillo. I sigilli di alta sicurezza più comuni sono i sigilli a chiodo o i sigilli a cavo.

I sigilli di alta sicurezza trovano applicazione solitamente nei container da trasporto, nei camion, nei rimorchi e nei carichi e container di spedizione di tutti i tipi.

Un sigillo di alta sicurezza certificato è costruito e prodotto con un materiale quale metallo o cavo metallico con l’obiettivo di ostacolare un’intrusione. In base alla classificazione dei sigilli, per rimuovere un sigillo di alta sicurezza (H) è necessario generalmente un taglia-bulloni o un tagliacavi di qualità.

Ci sono diverse prove meccaniche a cui vanno sottoposti i sigilli di sicurezza per poter essere classificati sigilli di alta sicurezza (H):

  • Prova di impatto
  • Prova di trazione
  • Prova di flessione
  • Prova di taglio

Perché scegliere un sigillo di sicurezza certificato

I sigilli di sicurezza con certificazione sono sottoposti a diverse prove e devono soddisfare elevati standard di qualità e resistenza.

Proprio queste elaborate procedure fanno si che una volta ottenuta la certificazione il sigillo potrà garantire la massima sicurezza, proteggendo i beni da furti e manomissioni.

Di contro, per i sigilli non certificati al momento della scelta non si ha la certezza della loro resistenza e/o qualità. Questi prodotti non rispettando gli standard ISO non possono garantire la protezione del bene con la stessa efficacia. Anche se costituiti dello stesso materiale potrebbero non risultare altrettanto resistenti al taglio o all’impatto, perché non testati.

Ecco perché soprattutto per trasporti marittimi o aerei si preferisce sempre utilizzare sigilli di sicurezza certificati.