Benessere

Come depurare l’aria nel nostro appartamento

L’aria che si respira nelle nostre case deve essere pulita da allergeni e altri agenti inquinanti che possono portare alla comparsa di patologie respiratorie e di allergie. Capire come depurare l’aria nel proprio appartamento è, quindi, molto importante.

Esistono dei trucchetti molto semplici per riuscire ad avere un appartamento a prova di respiro. Quali sono? Li scopriamo insieme.

Trucchi utili per depurare l’aria nel nostro appartamento

La nostra casa dovrebbe essere un posto in cui sentirsi bene e sicuri. Non sempre è così perché polveri, muffa e altri allergeni possono inquinare l’aria che si respira provocando non di rado problemi come starnuti, gola secca e tosse, mal di testa e allergie di vario tipo. Tutte cose che è preferibile evitare, per vivere meglio e per godersi a pieno il tempo che si passa in casa.

Il primo consiglio, che sicuramente per qualcuno può sembrare banale, è areare le stanze con costanza. Questo suggerimento viene sempre dato per scontato eppure non tutti lo seguono con attenzione, perché spesso ci si dimentica dell’importanza dell’aprire le finestre della propria casa per far ossigenare l’aria. Le finestre chiuse fanno accumulare in casa un’aria non di certo pulita e molti cattivi odori che andranno via semplicemente spalancando le proprie finestre. Una buona abitudine che può radicalmente cambiare la qualità dell’aria che si respira in casa.

Il secondo consiglio è quello di non tenere l’aria condizionata accesa tutto il giorno. Sì, perché si tratta di un sistema che di sicuro porta con sé dei benefici, come il caldo d’inverno e il fresco in estate, ma non bisogna esagerare. Approfittare dell’apertura delle finestre per spegnerla è il suggerimento migliore.

Anche le piante da interni sono utili per avere un’aria pulita in casa. Quali sono quelle da preferire?

Il bambù è, senza dubbio, una delle più conosciuta ed è utile per purificare l’aria dell’ammoniaca. Anche lo spatafillo è una pianta da appartamento da prendere in considerazione se l’obiettivo è quello di purificare l’aria. Molto utile soprattutto per quel che concerne l’accumulo di formaldeide in casa che, in questo modo, non sarà più un problema.

Stesso discorso per il cosiddetto tronchetto della felicità. Questo, a differenza delle due altre piante, è meno noto ma non meno efficace. In questa guida dettagliata sulla cura del tronchetto della felicità possiamo conoscere da vicino questa pianta che porterà nelle nostre case felicità e aria pulita.

Anche l’aloe vera può essere una pianta da prendere in considerazione se si punta a purificare l’aria che si respira nella propria abitazione.

Qualche altro consiglio utile

Va da sé che si dovrebbero seguire anche altri piccoli consigli. Ad esempio, si dovrebbe sempre evitare di fumare in casa e nei luoghi chiusi. Il fumo è un potente inquinante che non fa male solo alla salute di chi lo fa, ma anche a quella di chi vive nello stesso appartamento. Un’abitudine deleteria da abbandonare subito.

Anche le candele rilasciano nell’aria delle sostanze sintetiche. Sebbene siano sempre più gradite per il loro odore, sarebbe meglio accenderle quando poi è possibile aprire le finestre così da purificare l’aria subito dopo senza lasciare che queste sostanze permangano nell’aria.

Si deve sempre consigliare l’utilizzo dell’aspirapolvere, che aiuta a prelevare un numero maggiore di acari e polvere così da tenere l’aria quanto più pulita possibile.

Si tratta di consigli importanti che, come quelli che riguardano il come eliminare i pidocchi in casa, aiutano a tenere puliti e sicuri gli ambienti in cui si vive. Piccoli acari, pidocchi, polvere, muffe: sono tutti nemici della nostra salute e sapere in che modo combattere questa battaglia aiuta a mantenerci in buona salute.